FANDOM


POLITICHE SOCIALI


Le decisioni saranno principalmente rivolte a:



  • Riorganizzare le associazioni ed ai comitati operanti sul territorio, favorendo

opere di volontariato, per il raggiungimento di precisi obiettivi di solidarietà;



  • Ridistribuire l’organizzazione della sussidarieta attraverso un proficuo utilizzo

delle risorse delle Municipalità;



  • Prevenire, gestire, risolvere situazioni di disagio e di emarginazione sociale, con

particolare riferimento alle categorie di cittadini più deboli, maggiormente

bisognosi di assistenza o gravemente colpiti dall’attuale crisi economica;



  • Sostenere il lavoro degli operatori che operano sul territorio.

https://docs.google.com/document/d/12gCEehRdyZG4zkpf8JsC9GwowlnT_1NCQqZOFjhSe40/edit


Report e Proposte da Ernesto Arnone e Maximiliano Gambardella ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Tavolo Sociale ( rif.to disabilità) - Piscinola (Napoli) - 24-10-2015

Vorrei fare un integrazione alle proposte di Teresa, prendendo anche spunto dagli interventi di Max, Ernesto ed altri.

1- ho denotato una problematica sul controllo delle associazioni/comitati, controllo che complica ulteriormente nel caso di associazioni intermediarie, pensavo per semplificare la verifica di tutti partire da dove provengono tutti i loro fondi, quindi un controllo diretto su tutti i progetti partendo da uno studio di fattibilità di quando essi costerebbero se ad eseguirli sarebbe direttamente il comune (faccio presente che a bilancio abbiamo la compatecipata Napoli Sociale S.p.A. Link), per i progetti già esistenti e per i nuovi dove possibile la verifica del servizio la farei certificare direttamente dal cittadino che lo riceve il quale oltre a dare un parere positivo o negativo potrebbe fornire suggerimenti su come migliorare il servizio ricevuto, tale verifica la renderei vincolate per tutti i futuri progetti a cadenza trimestrale il cui esito garatirà il continuo o la fine del progetto. 2- darei un ulteriore ruolo progettista, quello di direttore dei lavori (con 50% compenso ad inzio lavori e 50% fine lavori), ciò garantirebbe una maggiore certezza sui tempi di esecuzione dei lavori, garantendo anche maggiore qualità del lavoro svolto. Inoltre prendendo spunto sempre dai vari interventi avvenuti, ho denotato lo sfruttamento degli operatori diplomati/laureati da parte delle associazioni/comitati mentre da parte del personale comunale una funzione quasi esclusiva della deviazione della richiesta all'associazione/comitato di riferimento, proporrei un albo di tutti gli operatori gestito dal comune, per smistare, dove possibile, direttamente la richiesta al operatore.

Report e Proposte di Fabio Vitrone

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Tavolo Sociale ( rif.to disabilità) - Piscinola (Napoli) - 24-10-2015

Nell' ultimo incontro a Piscinola sono venute fuori delle belle proposte e ci riproponemmo

Di specificarle nel dettaglio. Io ho avanzato due proposte da inserire in un eventuale programma:  1) Abolizione di intermediazioni tra il Comune e il mondo delle associazioni e cooperative. Molte sono le associazioni virtuose che con onestà e trasparenza gestiscono strutture dando servizi idonei ai cittadini.Altre sono appannaggio di magagne e voto di scambio. Sia le virtuose che le meno virtuose sono gestite da una macrocoperativa che non permette al welfare di emergere e di essere realmente fattivo e propositivo nella gestione delle problematicità esistenti.  L' assessorato alle politiche sociali dovrebbe eliminare tale intermediario e gestire direttamente le associazioni e attuare i dovuti controlli sui servizi resi agli utenti e inoltre sulla diffusione totale dei servizi posti in essere. Infatti un'altra carenza relativa alla gestione delle politiche sociali sta nella mancanza di rete tra le varie associazioni e l' ignoranza totale del cittadino che non sa assolutamente a chi rivolgersi se necessario . Quindi sarebbe necessario inoltre aggiornare o creare nel sito del Comune una mappa dettagliata di tutti i servizi svolti dalle associazioni per conto del Comune e controllare che tali servizi vengano realmente resi.  2) La seconda proposta è risultanza del tavolo della disabilità che durante il suo sesto incontro ha discusso ampiamente della problematica " barriere architettoniche" . Da un discorso condiviso e sulla necessità di affrontare nell' immediato la problematica e soprattutto sulla necessità di reperire fondi da destinare a tale dramma .  Si era pensato, facendo riferimento ad altri comuni virtuoso, di preparare dei bandi pubblici aperti alle eccellenze campane e non per reperire fondi da destinare per il completo abbattimento delle barriere architettoniche, sia su manto stradale che negli edifici comunali scuole comprese. Valutare successivamente i progetti più idonei e gestibili e poi inviarli alla Comunità europea . Il progettista che riesce , attraverso la qualita' del progetto stesso , a far pervenire fondi al Comune prende una percentuale da definire sull' intero importo incassato.

Report di Teresa de Giulio

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Tavolo Sociale ( rif.to disabilità) - Piscinola (Napoli) - 24-10-2015

Sempre dal tavolo sociale con riferimento specifico alla disabilità tra le proposte emerse in combinazione tra la mia idea e quella di Francesca Menna eseguire un monitoraggio e censimento delle strutture comunali sia operative che dismesse nelle varie aree delle rispettive municipalità, oltre a vedere di venire in possesso delle strutture confiscate alla criminalità organizzata,per destinarle a centri polifunzionali specifici multiculturali con piena accessibilità a tutte le disabilità per progetti a tempo a secondo delle esigenze ( organizzazione di corsi di formazione per disabili,biblioteche digitali,sala musica,sala home cinema,eventuali spazi per attività sportive,etc etc) questo anche relazionandosi in concreto con eventuali bandi e fondi della comunità europea,con i quali occuparsi anche delle ristrutturazioni e messa a norma dei locali disponibili.

Report di Gennaro Giugliano

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Punti Programmatici disabilità (Marco Calafiore)

https://docs.google.com/document/d/1iL3dAtXfPUQlYwRUyzH1SZtXYLWXzkNe7OrNyx_IbWY/edit

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Soluzioni da studiare prese dal m5s Roma

https://docs.google.com/document/d/1Nx6l8IkKepNqrWoZJul_MAKQEBwUclHpOHtcsd4kklE/edit

Pagine nella categoria "Disabilità e Politiche Sociali"

Questa categoria contiene un'unica pagina, indicata di seguito.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.